LOCHINDAAL HIGH SPIRITS

No Comment 67 Views
Loch Indaal: il nome ci può ingannare, ma non si tratta di un lago,  in effetti trattasi di un golfo situato proprio al centro dell’isola di Islay. Molti anni fa, quando Jim McEwan si trasferì alla distilleria di Bruichladdich, simpaticamente fu scritto che avesse attraversato il Loch Indaal per recarvisi, dal momento che aveva lavorato a lungo presso la distilleria di  Bowmore situata nel lato opposto.
Quando Jim arrivo alla distilleria rivoluzionò tutta una serie di concezioni di fare whisky.  Una tra queste innovazioni fu la creazione di un malto fortemente torbato con il nome di Port Charlotte. La bottiglia che andiamo a descrivere è proprio uno di queste, una limited release di sole 115 bottiglie, distillato nel 2009 e imbottigliato dopo 7 anni nel 2016. Il selezionatore, Nadi Fiori, che si cela sotto il nome di High Spirits, lo descrive come un prodotto ad alta concentrazione di fenoli, con note che vanno dal marino e fumoso alla vaniglia e cremé brule; non mancano sentori di frutta fresca e brezza marina. Il lungo finale evoca una suggestione: il trovarsi sulle rive del Loch Indaal stesso. (Pino Perrone)

About the author

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked (required)

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Video Spirit of Scotland